Il, Lo, La, I, Gli, Le: “Confusione” di Lupetta 1980

Il, Lo, La, I, Gli, Le: “Confusione” di Lupetta 1980

Questa è la pubblica confessione di Lupetta 1980, autrice nel blog “Lupetta Above All“, nella quale condivide con i lettori il suo intimo pensiero sul conoscersi con un uomo, spontaneamente, liberamente, riflettendo sulle proprie paure e su ciò che invece la spingerebbe a fare passi oltre. Quest’articolo è un po’ come spiare dalla serratura la vita […]

Il, Lo, La, I, Gli, Le: “Confusione” di Lupetta 1980
Confusione

Confusione

Ho bisogno di mettere ordine nei miei pensieri, di calmare il turbinio di sensazioni, e per farlo mi affido ad uno strumento più lento rispetto ai nostri scambi quotidiani.

L’altra sera mi sono infastidita non poco, anche se devo ammettere che non amo particolarmente questo termine perché sembra che tutto debba passare sotto la mia lente di ingrandimento, come se fossi io a dover decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato tra di noi. Mi spiace se dovesse passarti questo messaggio. Sono consapevole che quando mi sento “forte” posso sembrare quasi algida e propensa a bacchettarti, ma è anche vero che quando mi sento “fragile” e scoperta, tendo a chiudermi, e quelle che io avverto come delusioni mi portano a chiudermi e non ne parlo fino a che non le smaltisco. Forse è per questo che mi è venuto di dedicarti la canzone di Elisa…ci ho visto me e te nelle parole di quella canzone.

Il fatto è che finora ho sempre detto e scritto tutto esattamente come lo avevo nella mia testa, senza alcun filtro, senza alcuna costruzione, nel bene e nel male, trovandomi completamente scoperta e l’altra sera mi sono sentita troppo scoperta.

Abbiamo vissuto tante prime volte, alcune davvero molto belle ed inaspettate, ma quella dell’altra sera non me la sarei aspettata…per la prima volta ci siamo lasciati così, senza nemmeno parlare, e per la prima volta ho avuto la sensazione che non ti interessasse saperlo. Purtroppo quella sensazione si è amplificata dentro di me e mi ha disorientato, non sapevo come incastrarla nel resto… Avevo il pezzo di un puzzle che sembrava appartenere ad un altro quadro, eppure era nelle mie mani… È stata questa la sensazione. 

Col senno di poi, mi rendo conto che è stata una sfortunata coincidenza ma la tua citazione è stata la ciliegina sulla torta di un pensiero che già stava prendendo forma dentro di me.

So che è assurdo dirlo, visto che non ci siamo mai nemmeno sfiorati, ma la mia impressione era che la componente fisica stesse prendendo il sopravvento, ovviamente non la componente sessuale in senso concreto, visto che manca tale componente, ma la curiosità di vivere la fisicità e tutto quello che ruota intorno. Mi sento anche un po’ stupida a metterlo nero su bianco, però devo ammettere che l’idea è molto concreta nella mia testa. Il che non vuol dire che voglio rinunciare a questo aspetto, assolutamente, ma non voglio perdere la peculiarità della nostra interazione. Se qualcosa di bello c’è in questo strambo periodo, è il fatto che ci stiamo conoscendo lentamente ed intensamente e, visto che la situazione contingente ancora non ci consente una vera “normalità”, voglio mantenere la bellezza di questo rapporto. 

E’ stato bello vederti per il nostro aperi-chat. Avevo capito che forse tu avevi più bisogno di me di fare un passo in più, per cui mi ero ripromessa di venirti incontro in qualche modo alla prima occasione utile. Poi mi è venuta l’idea di prenderci quella famosa birra insieme e ne sono stata felice. L’ho fatto per entrambi ed è stato bello trovare la stessa naturalezza anche in quella dimensione, è stato bello guardarti negli occhi (anche se non si vedeva il colore degli occhi) ed osservare il modo in cui mi guardavi. 

È stato bello, ma la verità è che sono spaventata più dall’idea che possiamo funzionare che del contrario. Mi viene più spontaneo scappare, che buttarmi a capofitto in una nuova situazione. 

I’ll find you in the dark

I’ll find you in the dark

I’ll find you in the dark
I don’t think that it’s done
And now just kiss me hard, kiss me hard
I’ll find you in the dark
Don’t you dare to break my heart
And now just kiss me hard, kiss me hardGhost in the mirrorWhispering my nameVaporing rain and you’re still not herePeople are talkingNo friends around meAlone myself walking and I will scream my nameI’ll find you in the darkI don’t think that it’s doneBut now just kiss me hard, kiss me hardI’ll find you in the darkWhen the night will be doneBut this now is falling down, falling downI’ll find you in the darkI don’t think that it’s doneAnd now I feeling a fool without you

15 MODI PER AVERE IDEE BRILLANTI

15 MODI PER AVERE IDEE BRILLANTI


1. Ascoltare musica classica
2. Scrivere a mano annotazioni e pensieri
3. Osservare cose di colore blu o verde
4. Fare esercizio fisico
5. Impegnarsi in un nuovo hobby
6. Fare una lista dei problemi che affronti ogni giorno
7. Scrivere una parola e associarla a tutto ciò che ti viene in mente
8. Confrontare le tue idee con una persona di cui ti fidi
9. Giocare ai videogiochi migliora il tuo problem solving
10. Collezionare immagini, frasi che sanno ispirarti
11. Visitare un Paese straniero
12. Lavorare a volte fuori dall’ufficio in un luogo rumoroso
13. Fare meditazione (lo yoga aiuta la creatività)
14. Trovare connessioni tra idee esistenti (come faceva Steve Jobs)
15. Lavorare in un ambiente dalle luci non troppo forti

Cento secondi in una vita

Cento secondi in una vita

Chi ci tiene veramente a te ha un modo diverso di stringerti le mani, di abbracciarti, di esserci. Chi ci tiene veramente a te ti promette il buongiorno e dopo lo mantiene. Inizia ad essere felice dal tuo primo sorriso e mentre il cornetto sbriciola ovunque, non smette un solo istante di guardarti le labbra. Chi ci tiene veramente a te sa che il mare non finisce con l’estate e per questo ti porta a guardarlo quando più nessuno esce e tutto intorno è profumo di onde, di silenzio e di vita. Chi ci tiene veramente a te non ti dice che per forza si deve vincere ma piuttosto, ti insegna a non aver paura mai di perdere. Chi ci tiene veramente a te lascia che tu possa sbagliare ma fa in modo che niente possa spengerti quel fuoco che ti brucia negli occhi. Chi ci tiene veramente a te ti insegna ogni giorno a lottare ma con dolcezza ti racconta che a volte alcune cose semplicemente vanno lasciate andare.