Ma vedi de anna’…

Ma vedi de anna’…

Per quanto sia una fervente sostenitrice del linguaggio pacato e delle parole che arrivano come carezze, ci sono momenti e situazioni in cui è necessario alzare i toni, quindi io urlo a squarciagola VAFFANCULO F.
No, la mia non è rabbia, ma liberazione. Finalmente ci sono arrivata. All’improvviso mi è chiaro che sei solo un personaggio costruito che si nasconde dietro una tastiera. Non ho affatto dubbi che tu “esista” davvero, credo SOLO tu sia un piccolo uomo.
Sapevo perfettamente ci fosse una persona accanto a te, e la cosa non mi importava, d’altronde non stavamo flirtando, ma ultimamente, in un paio di occasioni, hai sottolineato che devo ricordarmi che non puoi rispondere a tutte le ore perché c’è lei… Ma da quando sono diventata l’amante??
Evidentemente è cambiato qualcosa nella storia, forse ora vivete insieme, ma a me non importa e non deve importare.
Capisco che non sia esattamente la prima cosa che racconti alla tua donna, ma il tuo approccio rende la nostra interazione qualcosa di sbagliato.
Per non parlare poi del fatto che mi hai confessato che nessuno in assoluto sa di questa stramba corrispondenza… A tuo dire perché nessuno accanto a te può accedere a questo livello di informazioni. Tutti abbiamo un amico a cui raccontiamo anche le cose più stupide e tu no, non l’hai detto a nessuno.
E’ tanto che ci scriviamo e sono stufa, stufa perché non vedo più trasparenza in quello che scrivi. Tutto d’un tratto, i tasselli finiscono al posto giusto e mi aiutano a definire il quadro, ed io vedo solo un piccolo uomo che non ha mai creduto in quello che ha scritto.

Tecnologia nemica

Tecnologia nemica

Non ce la posso fare, la tecnologia mi sta diventando ostile!!

Sono tranquillamente sul messenger di Facebook quando compare Riccardo, un tipo che ho visto un paio di volte qualche anno fa… Un tipo che non ha mai avuto la mia mail, che non sa il mio cognome, di cui non sapevo il cognome, per cui non potevo cercarlo, e che aveva il mio numero di allora (che quasi sicuramente non è lo stesso di ora) . Come è possibile che sia comparso nella chat? Davvero inquietante!! Da dove le prendono queste cavolo di informazioni??
Forse la tecnologia vuole solo ricordarmi quanti uomini non giusti (non mi va di usare la parola “sbagliati” ) siano passati nella mia vita??
Però avevo dimenticato quanto fosse figo…

Ma se ci dicessimo addio? To be continued..

Ma se ci dicessimo addio? To be continued..

Non molto tempo dopo aver scritto quel post ci siamo detti addio.
Ho resistito qualche mese senza sentirlo, dopodiche’ gli ho riscritto. Lui ha risposto, e lentamente abbiamo ripreso a comunicare, senza che nessuno dei due facesse riferimento ai litigi del passato e senza recriminazioni.
Quei mesi senza sentirlo, però, mi hanno fatto riflettere non poco.
Ho capito di averlo idealizzato. Lui giocava ad essere l’uomo forte ed io ci sono cascata, idealizzandolo, ma l'”uomo che non deve chiedere mai” non continua a scriverti per mesi e mesi, riluttante all’incontro.
Ho capito che ho portato, nell’interazione con lui, troppo delle mie esperienze passate in materia di chat…siccome L è passato da essere uno sconosciuto qualsiasi ad un amore romantico, lo stesso speravo potesse accadere con F. Forse le mie sensazioni altalenanti, che poi non erano altro che proiezioni delle mie paure, ed il mio sentirmi irrisolta mi ha portato a sperare che F fosse un altro L, ma non voglio psicanalizzarmi oltre.
Mi sono “ricordata” che lui e’ sempre stato sincero e che mi ha detto sin dall’inizio che non era propenso agli incontri….e mi è venuto in mente quando mi ha proposto di vederci, e a quanto ho caricato di ansia la cosa. Non dico sia colpa mia, le cose si vivono sempre in due, ed è andata come è andata, ma resta il fatto che siamo ancora qui e ancora nel virtuale. Prima di Natale mi ha proposto di vederci ma dove, quando è perché?
Non mi basta la proposta, vorrei capire cosa gli passa per la testa. Sono tantissime le domande che mi frullano nella testa ma ho deciso di non porle. Sulla base di tutte le considerazioni che ho fatto nella fase di distacco, ho deciso che stavolta avrei cambiato approccio. Ho ripreso a scrivergli sapendo perfettamente a cosa andavo incontro, conoscevo i pro ed i contro di questa forma di comunicazione, sapevo come la pensava su questa forma di comunicazione, così come sapevo che prima o poi ci saremmo fermati, non fosse per altro che non è possibile continuare all’infinito. Ho deciso che lui sarebbe rimasto una bella persona a alla quale scrivere, ma lo avrei fatto solo fino a che sarei riuscita a gestire la dimensione virtuale, dopodiche sarei andata via, stavolta in punta di piedi…niente più addii annunciati o discorsi condivisi.
Negli ultimi due mesi ho provato a farlo due volte, ed entrambe le volte lui sembrava essermi venuto incontro…una volta mandandomi una registrazione con la sua voce, dolcissima, ed un’altra, l’ultima, chiedendomi di vederci.
Ed ora che succede? Ci vedremo davvero? Potrebbe pure scomparire nel nulla e non saprei con chi ho interagito. Ed ha ancora senso vedersi o l’attesa ha ormai svilito il tutto?

A volte mi torna in mente la sua frase “la follia vince sulla razionalità” e mi chiedo se sia veramente cosi’..

https://youtu.be/5YXVMCHG-Nk