Che lo spettacolo abbia inizio…

Che lo spettacolo abbia inizio…

teatro-1

Ci risiamo, si ricomincia…stasera inizia il secondo anno del corso di recitazione.

Sono sempre stata una spettatrice curiosa ed attenta, ma mai avrei immaginato di trovarmi dall’altra parte. Quando guardavo gli attori in azione pensavo a quanto fosse complicato stare lì sopra e mettersi così in mostra. Eppure io non sono una persona timida… sono abbastanza esuberante e sicuramente la mia esuberanza arriva prima rispetto alla timidezza, che pure è una caratteristica che mi appartiene…ho spesso dovuto parlare in pubblico per lavoro e, nonostante non facessi i salti di gioia a fare presentazioni, ho sempre gestito quelle piccole ansie e alla fine mi sono anche divertita….ma ho sempre pensato che il teatro fosse un’altra cosa..
La mia avventura è iniziata un po’ per caso, ammesso che crediate che le cose accadono per caso (io no, in realtà)… Ho ricevuto l’ennesima newsletter di questa scuola di recitazione, è capitato che il giorno in cui hanno organizzato la lezione di prova ero libera e così è iniziata questa piacevolissima ma anche complicata esperienza. Sarà che a volte mi prendo troppo sul serio e che divento fortemente autocritica, per cui sono arrivata all’esibizione di fine corso carica di ansia in una maniera che non avrei mai immaginato. Che strano ed intenso mix di sensazioni… l’emozione prima di andare in scena, così forte da paralizzarti, ma poi un attimo dopo sei sul palco e sei un’altra persona, sei il personaggio che stai rappresentando e quell’ansia estrema si trasforma in energia. Quando ci ripenso, non mi sembra ancora vero che l’ho fatto sul serio. Non vedevo l’ora di farmi travolgere di nuovo da quel turbinio di sensazioni ma ora sono travolta solo da tanta ansia.

Annunci