Alice ed il Bianconiglo… To be continued

Alice ed il Bianconiglo… To be continued

E se fossi un po’ Alice? Se, a furia di delusioni e di storie sbagliate avessi perso il mio centro?
La cosa certa è che, dietro la mia corazza di donna forte ed indipendente inizia a celarsi un’anima indifesa e fragile, e, ahimè, una donna che è caduta nella trappola letale di domandarsi “Perché io no?”, “Cosa ho io che non va?”.
Sono stata così tanto impegnata a scappare a gambe levate dalle storie, che, ora che ho voglia di rimanere, iniziano ad emergere tutte le insicurezze che non ho affrontato in passato.

Questi sono i pensieri negativi che sono emersi alla lettura del brano, tra l’altro molto bello. Forse sono un po’ Alice, forse no, non saprei.
Quello che so è che sono in una fase fortemente introspettiva e di analisi, in cui sto cercando di individuare tutti i comportamenti negativi e deleteri assunti in “amore” in passato per evitare di ripeterli. Ho capito che non è un caso che abbia beccato personaggi molto simili tra loro, quindi evidentemente devo scavare nelle mie caverne per cogliere quale sia il meccanismo che scatta.
Ho riconosciuto nella storia con P una storia tossica, ed è scattato un campanello di allarme quando ho rivisto in A gli stessi atteggiamenti, e sono scappata nella direzione opposta. Forse sto davvero chiedendo troppo a me stessa e per il momento posso considerarmi soddisfatta.
Non lo so, ma sono stanca, stanca, stanca.
Stanca di incontrare persone sbagliate, stanca dei miei mostri interiori che forse non mi consentono di cercarne di migliori. Stanca di dovermi mettere in discussione e alla prova continuamente, per poi giungere sempre e comunque al punto di partenza.
Voglio solo ritrovare la parte più leggera di me, sorridere ed essere felice… Chiedo troppo?

Annunci