Riflessioni in libertà… 

Riflessioni in libertà… 

Io e te stiamo vivendo un surrogato di una relazione che ha come unico effetto quello di tenerci legati (o forse dovrei parlare per me) a qualcosa senza forma e senza alcun futuro… C’è ancora intesa da tutti i punti di vista e c’è ancora una forte componente emotiva, ma non sappiamo dove inserire questo tassello….

Ribadisco che non sono riuscita a comprendere il tuo punto di vista, così come ribadisco che, se tu avessi manifestato la tua difficoltà, io ci sarei stata per te… Non ho mai cercato una storia perfetta delle favole. Avrei voluto solo avere la possibilità di starti accanto. Continui a dire che io mi merito tutte le attenzioni e di piu… A volte sembra che il nostro rapporto profondo diventi un limite.. Quasi che, se il rapporto fosse stato meno intenso, ti saresti sentito più tranquillo e meno “responsabile”.

Da tre mesi a questa parte si sta ripetendo sempre la stessa scena. Dapprima accetto il fatto che tu voglia stare senza di me ma poi, in qualche momento di sconforto, mi faccio trasportare da quello che provo, ripenso a come stavamo e riprendo a domandarmi cosa ci ha allontanato e poi vado in tilt e, a quel punto, la crisi passa solo se ti sento e se tu con pazienza mi calmi. A questo punto della situazione, a tre mesi dalla chiusura, credo stiamo sbagliando entrambi. Io sto sbagliando per il loop in cui entro e per il fatto che mi appoggio a te e tu stai sbagliando a farmi appoggiare. Se da un lato apprezzo che tu mi aiuti, credo che sia arrivato il momento che tu mi tolga qusta possibilità, e credo sia arrivato il momento di mettere definitivamente fine a questo loop e alla nostra comunicazione. Stavolta lo dico con tutta la serenità possibile… Ma dobbiamo uscire dal loop. Abbiamo vissuto qualcosa di così bello, che è un peccato svilirlo così.
Io non scrivo più e non ti cerco e tu però mi devi promettere che farai lo stesso. Se ti scrivo, sei autorizzato a non rispondere… Ok? Me lo prometti?

Annunci
Message

Message

Capisco che tu abbia bisogno di cercare il tuo equilibrio e che debba farlo a prescindere da me, ma allo stesso tempo io devo metabolizzare il fatto che NOI non siamo stati abbastanza per andare avanti insieme.
Non nego che mi faccia molto piacere sentirti e chiamarti, ma non posso nemmeno negare che non riesco a parlare di alcune cose senza toccare le corde di alcune insicurezze.. A volte riemergono le sensazioni delle ultime settimane. Di alcune cose non abbiamo mai parlato e non è nemmeno giusto farlo ora ma io vado in confusione. Non parlo di confusione rispetto alla situazione.. Ho capito che per te è morta e sepolta.
La nostra sintonia è un valore aggiunto, ma credo dovremmo aspettare un po’. Diamoci il tempo di metabolizzare… Lo dico a te, ma anche a me che continuo a cercarti.
Non scompaio, per te ci sono se ti serve qualsiasi cosa, ma mi eclisso per un po’.
Baci

tesoro