Sei online?

Sei online?

Sapessi come è strano innamorarsi offline

Il flirt non è altro che un’instancabile connessione. Sms, WhatsApp, tweet, etc. sono più affidabili delle vecchie frecce di Cupido e più efficaci dello Xanax. Hanno il potere di annullare l’attesa e l’ansia dell’incontro, parcellizzandole in decine di micro emozioni continue. Tanto che vedersi può diventare superfluo. […] Negli ultimi sei anni ogni mia relazione è iniziata esattamente in questo modo.

Tralasciando l’epilogo romantico dell’articolo, mi sono resa conto, leggendolo, che anche le mie relazioni sono nate e si sono evolute nello stesso ed identico modo negli ultimi sei mesi e più… presa dai miei mille impegni, ho lasciato che la tecnologia entrasse con estrema forza nelle mie giornate e soprattutto nel rapporto con l’altro sesso.

Sgombriamo il campo da equivoci… credo non ci sia niente di male nell’usare le app più svariate per comunicare, e nemmeno trovo sconcertante cercare nuovi incontri attraverso il loro utilizzo, ed aggiungo…ho sempre amato la scrittura, e soprattutto scrivere lettere, ed ho avuto la fortuna di instaurare dei rapporti duraturi, grazie all’aiuto delle missive, con persone che prima erano emerite sconosciute…tanto premesso, credo, però, che i messaggi istantanei siano tutt’altra cosa… a volte ho l’impressione che tutta questa comunicazione in realtà svilisca la comunicazione, ed ora posso dire con certezza che non è quello che cerco per me, almeno non in questo momento storico…cerco la “lentezza” della comunicazione, il mistero, assaporare la conoscenza reciproca, il guardarsi negli occhi, sfiorarsi per sbaglio, l’imbarazzo di non saper cosa dire, il farfugliare qualcosa di stupido….tutto questo non è imperfezione o debolezza, è essere umani, è provare emozioni e noi ogni tanto ce ne dimentichiamo

Annunci